News

23.11.2009
LA PAROLA AI GIOVANI: RICCHI DI IDEE E CREATIVITÀ, CON IL PROGETTO "VINO E GIOVANI" SONO LORO GLI INVENTORI DI UN NUOVO MODO DI FARE COMUNICAZIONE PER AVVICINARE
IL MONDO DEL VINO AGLI APPASSIONATI, ATTRAVERSO
L'EDUCAZIONE AL GUSTO E ALLA QUALITÀ

Il 26 e 27 novembre a Montegrotto Terme e Legnaro (Padova), i ragazzi saranno i protagonisti della due giorni dedicata al progetto di Enoteca Italiana e Ministero delle Politiche Agricole

Ricchi di idee e creatività, sono i giovani gli inventori di un nuovo modo di fare comunicazione, per dare un nuovo volto all'enologia del Belpaese e avvicinare sempre più il mondo del vino ai suoi appassionati, attraverso l'educazione al consumo responsabile e consapevole e alla qualità. Dalla finalissima dell'evento "sportivo" delle Viniadi, il campionato nazionale per degustatori non professionisti, al talk show "Il vino ieri, oggi, domani: la parola ai giovani", dedicato alla comunicazione del mondo del vino attraverso gli occhi dei ragazzi, dalla premiazione degli slogan e delle immagini ideati dai giovani under 30, vincitori dell'edizione n. 1 del concorso di idee PerBacco, fino alle lezioni in classe di degustazione, saranno loro i protagonisti della due giorni di "Vino e Giovani", la campagna di educazione alimentare e comunicazione ad hoc per le nuove generazioni di Enoteca Italiana e Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, di scena a Montegrotto Terme e Legnaro (Padova), il 26 e 27 novembre (info: www.vinoegiovani.it).
"E' importante non restare immobili su posizioni che sono lontane dall'universo dei giovani - sottolinea il presidente di Enoteca Italiana Claudio Galletti - soprattutto in un settore, come quello del vino, ancora troppo autoreferenziale, specializzato e che ha bisogno, per questo, di un vero e proprio svecchiamento". L'obbiettivo del progetto "Vino e Giovani", che considera il vino al pari di una materia di studio, è quello di dar vita ad un nuovo format di comunicazione del mondo del vino, ideato e creato su misura dai giovani stessi, che, attraverso convegni, lezioni in aula, degustazioni, ma anche momenti di intrattenimento, propongono le loro idee e si confrontano. La due giorni in Veneto, li vedrà protagonisti della finalissima delle Viniadi, il 26 novembre a Montegrotto Terme - in collaborazione con la Strada del Vino Colli Euganei - con la proclamazione del campione italiano assoluto e dei primi classificati nelle categorie "junior", "senior", "hors d'age" e il premio speciale al più giovane partecipante (27 novembre).
Alle idee e proposte degli under 30 per dare un nuovo volto alla comunicazione del vino, è dedicato il concorso PerBacco, i cui vincitori saranno premiati il 27 novembre a Legnaro: l'immagine di Salvatore Piazzolla (un calice capovolto, pieno di cultura, ricordi, vita, passione, sogni e storia), lo slogan di Giovanna Daniela Pignataro ("Noi giovani e frizzanti … ma anche invecchiati, fermi, fruttati, secchi, delicati, aromatizzati, morbidi, armonici …"), l'immagine con slogan di Mauro Italiano ("Ogni buon vino ci parla", dal tappo al fondo della bottiglia), e il Premio speciale della giuria al francobollo con le bottiglie tricolori di Roberto Tarabù.
I giovani vincitori di PerBacco animeranno anche il talk show "Il vino ieri, oggi, domani: la parola ai giovani" (Legnaro - 27 novembre, in collaborazione con la Regione Veneto e l'Università degli Studi di Padova), che vedrà la partecipazione dell'attore italiano Beppe Fiorello, testimonial della giornata e di importanti personalità del mondo del vino, dell'università, della politica e della comunicazione, tra cui, Omar Calabrese, docente di Semiotica delle Arti del Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell'Università degli Studi di Siena, Corrado Barberis, presidente dell'Istituto Nazionale di Sociologia Rurale, e, in veste di moderatrice-animatrice, il vice-direttore del Tg1 Susanna Petruni. I grandi vini del Veneto, saranno al centro della degustazione guidata "Alla scoperta del vino" , a cura di Agivi (Associazione Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani), e di una degustazione libera realizzata con le Strade del Vino e dei Prodotti Tipici del Veneto (Legnaro - 27 novembre).

Siena, 23 novembre 2009


Archivio