News

04.10.2009
“Vino e Giovani”: il Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti, terza edizione

Le Viniadi 2009, ecco i primi nove finalisti. Exploit della Toscana: si qualificano in tre

La sfida per il centro nord sabato 3 ottobre a Siena.Il 10 ottobre il secondo “round” in Molise

Sono nove i primi finalisti delle “Viniadi” 2009, terza edizione del Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti, organizzato nell’ambito del progetto speciale “Vino e Giovani” di Enoteca Italiana (Siena) e del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il cui obiettivo è sensibilizzare le nuove generazioni ad un consumo consapevole e moderato del vino.
I vincitori della semifinale centro-nord, che si è svolta sabato 3 ottobre presso la Fortezza Medicea di Siena, sede di Enoteca Italiana, sono Leonardo Milan, 19 anni, studente, di Villotta di Chions (Pordenone); Lorenzo Bonemei, 22 anni, studente, residente ad Abbadia San Salvatore (Siena); Christian Carlevero, 23 anni, apicoltore, di San Damiano d’Asti (Asti); Giacomo Miglioranzi, 31 anni, musicista, di Chirignano (Venezia), Marco Piacentino, 35 anni, operaio, di Forlì; Giacomo Badiani, 36 anni, architetto, di Prato; Giancarlo Meucci, 41 anni, elettricista, di Greve in Chianti (Firenze); Marco Pojer, 47 anni, cuoco, di Grumes (Trento) e Adonella Schippa, 48 anni, operaia di Torgiano (Perugia).
La proclamazione dei finalisti è avvenuta nel corso di una cena di gala presso la Fattoria il Colle a Trequanda, offerta da Donatella Cinelli Colombini, vice presidente di Enoteca Italiana.
I vincitori, che accedono alla finale delle “Viniadi”, prevista a novembre in Veneto, hanno avuto la meglio su 19 concorrenti, giunti a Siena in rappresentanza di Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Toscana Umbria, Emilia Romagna e Lombardia.
Il torneo per degustatori non professionisti, ha proposto in occasione della semifinale centro-nord, l’assaggio alla “cieca” di una Falanghina (Igt Campania), di un Nero D’Avola (Igt Sicilia) e di un Primitivo di Manduria (Igt Salento ) - per quanto riguarda la prova relativa all’individuazione del tipo di vitigno - e una “verticale” di Montepulciano d’Abruzzo, le cui annate (2002-2004-2006) andavano riconosciute in successione decrescente, in base all’ordine di presentazione. Inoltre i concorrenti hanno dovuto rispondere a quattro domande di cultura enologica generale.
A valutare la prestazione dei degustatori, è stata una giuria presieduta da Fabio Carlesi, Segretario Generale di Enoteca Italiana e composta da Massimo Castellani (vice presidente Ais Toscana), Mary Ferrarello (Associazione Donne del Vino di Toscana), Marco Murgia (Associazione Vinarius) Marco Bechi (Slow Food Siena), e i giornalisti Paolo Corbini (Le Città del Vino), Stefano Tesi, (Il Giornale), Laura Villoresi, (stampa specializzata), Filippo Tramelli, (Tgcom Primo Piano).
La rosa di finalisti di Siena, verrà completata ora dai campioni regionali del centro-sud, che disputeranno la seconda semifinale delle “Viniadi” 2009 sabato 10 ottobre in Molise, a Larino, in provincia di Campobasso, nell’ambito della Fiera di Ottobre.


Archivio