News

17.07.2009
La manifestazione nell’ambito del progetto “Vino e Giovani” di Enoteca Italiana e del Mipaaf

Le “Viniadi”, nella sfida a Moniga del Garda vincono un’impiegata e un commerciante

Il terzo Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti. Filari di vite in palio per i più bravi

Simona Peverara, 40 anni, impiegata, di Castelgoffredo (Mantova) e Humberto Jimenez, origini colombiane, 51 anni, commerciante, residente a Moniga del Garda (Brescia) sono i due vincitori della sfida regionale delle “Viniadi” in Lombardia, che si è svolta oggi pomeriggio (ore 18) presso l’Enoteca “Garda & vino” a Moniga del Garda (Brescia).
Si è trattato della diciottesima gara del Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti, organizzato da Enoteca Italiana (Siena) e dal Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali, nell’ambito del progetto “Vino e Giovani”, che mira con iniziative nelle università, in collaborazione con le Regioni, a sensibilizzare le nuove generazioni ad un consumo consapevole e moderato di questa bevanda.
I vincitori della tappa di Moniga del Garda, alla quale hanno preso parte 21 concorrenti, accedono alle semifinali, previste in autunno.
Degne di un’olimpiade, le “Viniadi” consistono in un torneo di degustazioni “alla cieca”, aperte ai maggiorenni, senza limite di età, a esclusione di quanti si occupano professionalmente del vino. Prevedono eliminatorie, semifinali e finalissima: in palio per i vincitori ci sono premi particolari, tra i quali l’usufrutto di filari di vino e vacanze in fattoria.
I concorrenti lombardi si sono trovati di fronte sei bottiglie chiuse dentro sacchetti neri, che ne celano etichette, forme e colore; hanno dovuto individuare i vitigni dei primi tre vini (Barbera Oltrepo Pavese, Garda Classico Doc Groppello, Valtellina Doc Inferno) e poi la regione di provenienza di altri tre nettari (Lugana Doc - Lombardia/Veneto, Nero d’Avola - Sicilia, Rosso di Montalcino - Toscana). Inoltre hanno dovuto rispondere a tre domande di cultura enologica generale.
A valutare le capacità di questi particolari “atleti” del vino, in occasione della diciottesima gara delle “Viniadi”, giunte alla terza edizione, è stata una giuria composta da Renato Roveha (giornalista, “SP” Sommelier Professionista), Stefano Gadaleta (responsabile Enoteca Garda&Vino), Marco Lazzarini (responsabile Onav Sezione Moniga del Garda), Nicoletta Manestrini (Presidente Strada Vini e Sapori del Garda), Elisabetta Nicoli (giornalista Il giornale di Brescia), Ivan Spazzini (Fiduciario Slow Food Condotta Morene del Garda ), Salvatore De Lio (Enoteca Italiana).
Domani, sabato 18 luglio, la diciannovesima gara delle “Viniadi” si svolgerà in Liguria, presso l’Enoteca Pubblica della Liguria e Lunigiana alle ore 21.


Archivio