News

03.07.2009
La manifestazione nell’ambito del progetto “Vino e Giovani” di Enoteca Italiana e del Mipaaf

Le “Viniadi”, nella gara dell’Emilia Romagna vincono impiegato bolognese e operaio di Forlì

Il terzo Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti. Filari di vite in palio per i più bravi

Sono Amedeo Zurla, 40 anni, impiegato in un supermarket, di Anzola dell’Emilia (Bologna) e Marco Piacentino, 35 anni, operaio chimico di Forlì, i “campioni” della sfida regionale delle “Viniadi” in Emilia Romagna che si è svolta ieri sera (ore 20.30) nei locali della Rocca Sforzesca a Dozza (Bologna), sede dell’Enoteca Regionale.
Si è trattato della tredicesima gara del Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti, organizzato da Enoteca Italiana (Siena) e dal Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali, nell’ambito del progetto “Vino e Giovani”, che mira con iniziative nelle università, in collaborazione con le Regioni, a sensibilizzare le nuove generazioni ad un consumo consapevole e moderato di questa bevanda.
I vincitori della tappa di Dozza accedono alle semifinali, previste in autunno.
Degne di un’olimpiade, le “Viniadi” consistono in un torneo di degustazioni “alla cieca”, aperte ai maggiorenni, senza limite di età, a esclusione di quanti si occupano professionalmente del vino. Prevedono eliminatorie, semifinali e finalissima: in palio per i vincitori ci sono premi particolari, tra i quali l’usufrutto di filari di vino e vacanze in fattoria.
I concorrenti di Dozza si sono trovati di fronte sei bottiglie chiuse dentro sacchetti neri, che ne celano etichette, forme e colore; hanno dovuto individuare i vitigni dei primi tre vini (Malvasia, Sangiovese, Cabernet Sauvignon) e poi la regione di provenienza di altri tre nettari (Albana - Emilia Romagna, Vernaccia di San Gimignano - Toscana, Montepulciano - Abruzzo). Inoltre hanno dovuto rispondere a tre domande di cultura enologica generale.
A valutare le capacità di questi particolari “atleti” del vino, in occasione della tredicesima gara delle “Viniadi”, giunte alla terza edizione, è stata una giuria composta da Paolo Bernardi (giornalista, direttore Il Sabato Sera), Maurizio Manzoni (sommelier, responsabile Mostra Permanente Enoteca Regionale Emilia-Romagna), Giancarlo Mondini (presidente Ais Romagna), Quirino Piccirilli (presidente Ais Emilia), Gian Alfonso Roda (presidente Enoteca Regionale Emilia-Romagna), Silvana Lilli (coordinatrice progetto “Vino e Giovani” - Enoteca Italiana).
Oggi venerdì 3 luglio, la quattordicesima gara delle “Viniadi” si svolgerà nel Lazio, a Roma, presso l’Enoteca “Palatium”, nella centralissima via Frattina, alle ore 18.



Archivio